come misurare la pressione

Come si misura la pressione a casa?

Benvenuti a questa introduzione all’utilizzo dei misuratori di pressione; mi auguro che dopo questa breve lettura sarete più consapevoli e preparatati su come si misura la pressione da soli.

E’ certamente una buona abitudine quella di misurare con regolarità la propria pressione e tenere poi traccia delle rilevazioni effettuate nel corso dei mesi (e, perché nò, degli anni). Certamente la cosa sarà più piacevole ed utile quando si conoscono i fattori che la influenzano e quando si adottano alcuni semplici accorgimenti per migliorare la qualità delle rilevazioni. E’ oramai noto a tutti che pressione e battito cardiaco dipendano l’uno dall’altro, e  che il misuratore di pressione permetta di rilevare sia la c.d. pressione minima (o diastolica) e quella massima (o sistolica). E’ anche noto  che, in quanto è responsabile della regolarizzazione di parte dei nostri centri nervosi, nonché di quella di alcuni ormoni che sono essenziali per il corretto funzionamento del nostro corpo, la pressione arteriosa  sia anche un  indice della nostra condizione di salute .

Sfigmomanometro: storia ed utilizzo

[ft1]omron m3[/ft1]

Non molti lettori sono forse a conoscenza del fatto che esistono due modi per effettuare la misurazione della pressione: quello diretto e quello indiretto. Ricordiamo che quello diretto è invasivo, nel senso che avviene con l’introduzione di un tubicino nelle arterie e che può solo essere effettuato da un medico chirurgo (e quindi, si pone al di fuori della trattazione che ci siamo proposti con il presente articolo). Ci concentreremmo, perciò, nell’illustrazione sulla misurazione con modalità indirette. Il primo misuratore di pressione “indiretto” fu inventato da  uno studioso italiano, Riva-Rocci. Si tratta  del misuratore a mercurio, utilizzato (ovviamente rivisitato, migliorato ed aggiornato) sino ai giorni nostri.

La pressione minima e la pressione massima

[ft1]omron hem[/ft1]

Come accennato precedentemente, la rilevazione della pressione avviene durante le fasi di sistole (cioè, di contrazione del cuore) e di diastole (cioè, di rilassamento del  cuore). Misurando  la nostra pressione, non  bisogna mai dimenticare che nel corso della giornata essa subisce delle variazioni. I VALORI STANDARD mondiali di riferimento relativi alla pressione arteriosa sono i seguenti:

  • Neonati e bambini: minima 45/massima 80;
  • Adulti fino ai 30: minima 80/massima 120;
  • Adulti oltre i 40: minima 85/massima 140;
  • Valori di norma adulti media mondiale : minima 90/massima 140;

Occorre precisare che, per loro natura e senza essere soggette ad alcuna patologia, ci sono delle persone che hanno valori pressori più bassi dei valori di riferimento.

Tipologie di misuratori

[ft1]beurer sanitas[/ft1]

Lo strumento ideato da Riva-Rocci per effettuare manualmente misurazioni indirette, rappresenta la base di quello che oggi conosciamo come lo sfigmomanometro manuale. Questo è lo stesso misuratore che molto probabilmente utilizza anche il tuo medico; si tratta di uno strumento tecnico, che difficilmente rappresenta la scelta ideale per un suo utilizzo domestico. Mentre l’utilizzo fai da te  dell’importante ed utile strumento medicale quale è il misuratore di pressione è stato favorito dall’avvento del più moderno sfigmomanometro digitale. Ora non ci resta che andare a conoscerne differenze e caratteristiche di questi strumenti.

Misuratore manuale

Come avrete capito, rivisitato e migliorato nel corso degli anni, si tratta dello strumento che consente misurazioni precise ideato dallo studioso italiano Riva-Rocci. Lo sfigmomanometro manuale moderno calcola la pressione in mmHg, cioè in millimetri di mercurio, è lo strumento che solitamente utilizzano i medici per la misurazione indiretta della pressione arteriosa. E’ dotato di un manicotto che si avvolge attorno al braccio, che viene gonfiato manualmente grazie alla pompetta mente, nel frattempo, il medico tiene sotto controllo il battito cardiaco con lo stetoscopio. Quando il manicotto raggiunge la pressione massima si lascia sgonfiare, e i parametri della pressione sistolica e distolica vengono calcolati dal manometro. Si tratta ovviamente di uno strumento, come già detto, non molto adatto ad un utilizzo domestico, ma che tuttavia rimane un affidabile e preciso misuratore di pressione.

Misuratore Digitale

Il misuratore di tipo digitale è quello che  meglio si adatta ad un utilizzo domestico e che permette misurazioni precise, non invasive, semplici e veloci. Lo sfigmomanometro digitale è uno strumento molto apprezzato dagli adulti, dalle persone anziane, da coloro che tendono a soffrire di problemi di pressione, e che di conseguenza hanno  la frequente necessità di poterlo utilizzare. Si può dire che rappresenti un bisogno per moltissime persone. Rispetto a quelli da dito, sono quelli da braccio i modelli  più precisi. I misuratori digitali funzionano automaticamente. Per azionarli basta premere un pulsante: vengono  infatti realizzati per essere molto semplici e di facile utilizzo. Essendoci moltissimi marchi  in circolazione, occorre valutare ogni  suo specifici vantaggio;  ma, in linea di massima, tutti  sono dotati di schermi di facile comprensione e garantiscono delle misurazioni precise ed affidabili.

Misuratore “24 ore su 24”

Ma misurazione “continua”, 24 ore su 24  é resa possibile grazie ad un apposito misuratore di pressione arteriosa, che  grazie alle sue ridotte dimensioni può essere portato addosso: si tratta di una piccola scatolina, con  una memoria collegata ad un bracciale, in grado di effettuare una misurazione costante, distribuita nelle 24 ore, giorno e notte. E’ uno strumento molto valido se si necessita un monitoraggio per qualche tempo costante.

Cosa fare prima di effettuare la misurare: alcuni consigli

Alcuni  suggerimenti  per permetterti di ottenere misurazioni valide e corrette della pressione a casa tua. Se segui questi passaggi, sarai in grado da solo di effettuare delle misurazioni precise al fine e di poter monitorare la tua pressione a casa e, se del caso, di portare i risultati anche al tuo medico.

Ecco cosa è opportuno fare:

  • Misura la pressione alla stessa ora del giorno:
  • Scegli un luogo tranquillo e silenzioso;
  • Prima di cominciare, siediti, chiudi gli occhi e respira profondamente; é importante  che non ti ‘sforzi’ di rilassarti, ma  semplicemente poco prima di misurare la pressione pensa o parla d’altro;
  • Appoggia il tuo avambraccio su una superficie comoda e posiziona il bracciale  correttamente, nella maniera giusta;
  • Effettua da 2 a 3 misurazioni, aspettando due minuti tra una misurazione e l’altra;
  • Annota sempre i risultati delle misurazioni su un quaderno o, ancora meglio, su un foglio excel:  come già detto, tenere traccia della tua pressione nel corso dei mesi e degli anni è un’ottima pratica che potrebbe tornare estremamente utile in futuro al vostro medico.

Cose da evitare prima di misurare la pressione

Oltre alle regole per l’utilizzo corretto del misuratore appena illustrate,  per ottenere dei dati attendibili,  cerca di evitare le circostanze  seguenti  che sono quelle più suscettibili di influenzare i valori della pressione arteriosa, impedendoti di ottenere misurazioni valide e precise, quelle che esprimono i veri valori della tua pressione.

Ecco cosa devi evitare:

  • Non misurare la pressione dopo aver svolto attività fisica;
  • Le emozioni influenzano la pressione, quindi non agitarti prima di effettuare la misurazione;
  • Non fumare prima di effettuare la misurazione;
  • Non bere bevande con caffeina e alcolici;
  • Non misurare la pressione subito dopo avere mangiato;

Manutenzione del misuratore di pressione

Poiché il misuratore di pressione, sia che si tratti di quello manuale  o di quello digitale,  è uno  strumento delicato, per mantenerlo sempre in ottime condizioni,  il mio consiglio è di avere avere riguardo  alla sua manutenzione:  di tenere lo strumento in un posto sicuro, dove non prenda caldo sole o urti, di tenerlo sempre pulito (utilizzando un panno umido) e di non  metterlo in acqua (non è impermeabile).Una attenzione particolare va riservata alle batterie: se il misuratore viene utilizzato saltuariamente, ti consiglio di togliere le pile una volta usato. In linea generale, i misuratori di pressione vanno fatti controllare ogni paio di anni, per controllare la loro taratura, tutto ciò da personale specializzato (non col fai-da-te ovviamente).

Concludendo

In questo breve articolo abbiamo visto come si misuri la pressione a casa; abbiamo indicato un paio di linee guida sulla manutenzione dello sfigmomanometro. Abbiamo visto che misurare la pressione da soli non è un’operazione difficile e che i misuratori digitali rendono il lavoro più semplice, che basta solo utilizzarli nella maniera giusta e averne cura. Per spiegazioni più dettagliate sul uso e sulla manutenzione ti rimando al manuale dello specifico apparecchio che hai acquistato.

Alcuni misuratori di pressione digitali che potrebbero interessarti