crema per vene varicose

La crema per le vene varicose, e altri trattamenti non chirurgici

La varicosi, comunemente conosciuta col nome di vene varicose o di varici,  è una patologia che ha riflessi anche sulla superficie della pelle.

Le varici costituiscono un problema (anche) estetico che colpisce uomini e donne, le seconde soprattutto.

In un’altro nostro articolo abbiamo esaminato questo disturbo, le sue cause ed i sui sintomi. Col presente articolo ci focalizziamo invece sui trattamenti topici, cioè su quelle creme che possono aiutare a mascherare ed contrastare questo disturbo.

Infine vedremo che -come ultimi rimedi, prima di essere costretti (eventualmente) a dover ricorrere alla chirurgia – possono essere di giovamento anche dei farmaci sintetici e naturali da assumere per via orale.varikostan-rimedio-contro-le-vene-varicose

Ci sono molte persone che scelgono di far ricorso alla chirurgia ma, come vedremmo di seguito, questa non rappresenta sempre un rimedio definitivo contro le vene varicose, e neppure privo di rischi e di complicazioni.

Per cui sorge spontanea la domanda sul perché allora non ricercare la strada, in un migliore stile di vita, ed in rimedi meno invasivi e magari anche naturali in modo da limitare o attenuare la loro comparsa ?

Comunque, la prima cosa da fare quando si ha a che fare con le vene varicose, è quella di consultarsi con il proprio medico per approfondire la “gravità” del problema.

Nella maggior parte dei casi, le persone soffrono di lievi disturbi di vene varicose che non richiedono di trattamenti medici, e le uniche esigenze per queste sono di natura estetica. In questo articolo ci concentreremo su questo tipo di vene varicose.

I trattamenti non chirurgici delle vene varicose

Nella maggior parte dei casi, le persone che hanno inestetismi da vene varicose, possono trattarli ricorrendo ad una o più di una tra le seguenti “soluzioni”:

  • A delle creme apposite per le vene varicose. A delle creme come, la crema Vein Stopper, oppure come la crema la Varesil (vedi qui => [tt1]Varesil[/tt1]) una crema, 100% naturale che promette: -una riduzione/un sollievo dal dolore e dai sintomi delle varici -la fluidificazione del sangue -la tonificazione e il rafforzamento delle vene, -la prevenzione della formazione di coaguli di sangue.
  • Ad alcuni farmaci, in particolare ai farmaci flebotonici come il Daflon o il Ventuno, che sono in grado di aumentare il tono della parete venosa e, di conseguenza, anche di ridurre la sensazione di stanchezza e di affaticamento degli arti inferiori.
  • A delle calze elastiche graduate. Queste infatti servono per migliorare la circolazione del sangue nelle gambe. La maggior parte delle persone che soffre di vene varicose acquista generalmente le calze elastiche di classe 1 (con compressione leggera) o di classe 2 (con compressione media). Questa calze hanno lo svantaggio di dover essere indossate tutto il giorno, e quello di far sudare.
  • A degli integratori naturali e vitaminici.  Questi integratori agiscono migliorando la circolazione del sangue, riducendo l’infiammazione, rafforzando i vasi sanguigni. Gli integratori non agiscono a livello topico, ma su tutto l’organismo, perciò  a differenza delle creme, hanno un’azione più lenta ma più duratura. Un trattamento a base d’integratori e di vitamine può essere visto quindi come complementare ad un trattamento con creme delle vene varicose.
  • Ad uno stile di vita appropriato: con esercizi fisici regolari non troppo lunghi -quanto a tempo in cui si sta in piedi-  con momenti di relax, con esercizi con le gambe sollevate, ecc.

Quali trattamenti sono utili contro le vene varicose

Come abbiamo accennato sopra, gioca un ruolo rilevante nei trattamenti dei sintomi legati alle vene varicose anche la fitoterapia (con effetti che vanno dai più elementari e blandi, a quelli farmacologici), trattamenti che possono consistere,

in trattamenti di base, preventivi

Tra i rimedi più semplici ed economici di base che potete preparare anche a casa vostra, ricordiamo le creme e le pomate a base di calendula, da applicare localmente sulle vene varicose delle gambe in modo da ridurre il loro aspetto gonfio.

in trattamenti con dei semplici rimedi fatti in casa

Con un po’ di tempo e di pazienza, potrete ottenere dei buoni risultati anche con una crema a base di aloe vera, di carote e di aceto di mele (quest’ultimo serve per regolarne la viscosità).

E’ molto semplice da preparare: frullate una carota e mischiate il frullato con la polpa dell’aloe (nella proporzione di 1:1); aggiungete dell’aceto di mele sino a raggiungere la densità preferita.

Come alternativa alla polpa dell’aloe, potete utilizzare del gel di aloe vera(2).

in trattamenti forti e simmetrici

In modo da poter sfruttare le sinergie di più principi attivi naturali- adeguatamente preparati in un’unica soluzione-  sono state create delle creme specifiche per il trattamento delle vene varicose.

Il segreto di queste creme naturali sta nell’applicarle ogni giorno per 10-20 minuti. Ma il loro segreto sta, allo stesso tempo, anche nel fatto d’intervenire anche sulla dieta e sullo stile di vita.

Laddove il problema sia già presente, viene generalmente raccomandato di applicare la crema per vene varicose sulle gambe per due volte al giorno.

Se si vuole invece solo prevenire la loro formazione, è sufficiente la loro applicazione a fine giornata.

Alcune creme per le vene varicose

Segnaliamo alcune delle creme che ci paiono particolarmente interessanti. Tra tutte, si segnala per la sua efficacia la crema Varesil (vedi qui => [tt1]Varesil[/tt1]).

“Varesil”

vedi offerta

La crema Varesil è un prodotto 100% naturale che contribuisce, alla prevenzione delle vene varicose, a migliorare la circolazione del sangue, ad eliminare il gonfiore e la sensazione di pesantezza sulle gambe. La puoi acquistare qui: [tt1]Varesil[/tt1]

“Varikostan”

varikostan

Si tratta di una crema 100% naturale da applicarsi direttamente sugli arti inferiori. Si tratta di un prodotto realizzato combinando estratti di varie erbe e piante (amamelide, arnica, mirtillo, rosa canina, edera, estratto di castagno),  quindi,  è un prodotto completamente naturale.

La crema Varikostan promette di migliorare la circolazione del sangue (impedendo la formazione di coaguli) e di rafforzare e di rendere più elastiche le vene.

L’azione combinata dei sui componenti è stata studiata per ridurre, la pesantezza, il dolore alle gambe, la formazione di macchie bluastre. e per la prevenzione delle ulcere cutanee.

Agisce in primo luogo sui vasi sanguigni. Infatti, i principi attivi contenuti in questo prodotto rafforzano le pareti delle vene, rendendole più elastiche, e capaci di sopportare anche sollecitazioni molto forti senza deformarsi.

Varicastan contiene degli oli essenziali e degli estratti vegetali che – a meno che non ne siate allergici – non provocano alcun tipo di effetto collaterale e non sono aggressivi sulla pelle.

Proprio per questo motivo, la crema può essere utilizzata tranquillamente da tutti coloro che vogliono prevenire o contrastare i sintomi delle vene varicose.

“Vein Stopper”

vein-stopper-crema-vene-varicose-660x330

La crema Vein Stopper, combina le azioni, dell’aloe vera, della rosa canina, del pungitopo (Ruscus aculeatus), dell’olio d’argan estratto dai semi della argania spinosa, dell’estratto di verga d’oro comune  (Solidago virgaurea): tutte piante ed erbe che hanno benefici effetti nel trattamento di molti problemi della pelle e nel ridurre le vene varicose. Questa crema è indicata per:

  • ridurre le vene varicose;
  • ridurre le complicanze della pelle causate dalle vene varicose;
  • ripristinare la lucidità e l’elasticità della pelle,
  • ridurre il dolore.

Quali farmaci scegliere contro le vene varicose

Se per risolvere i problemi estetici dovuti alle vene varicose siete orientati/interessati a far ricorso a dei  farmaci, qui di seguito vi indichiamo alcuni di quelli maggiormente utilizzati a tale scopo.

Resta inteso che, anche laddove si tratti di farmaci che non necessitano di prescrizione medica, è comunque opportuno che voi vi confrontiate con il vostro medico curante prima di intraprendere una cura a base di farmaci.

  • Farmaci flebotonici (es. Daflon,  Venoruton): sono dei farmaci in grado di aumentare il tono venoso e, di conseguenza, di ridurre la sensazione di affaticamento e di pesantezza degli arti inferiori.
  • Farmaci profibrinolitici:  sono dei farmaci in grado di sciogliere la fibrina accumulata a causa delle lesioni ai vasi sanguinei (ad esempio, le vene varicose).
  • Farmaci a base di streptochinasi (es. Streptase)  che sono in grado di potenziare l’attività fibrinolitica.

Vitamine ed integratori naturali contro le vene varicose: quali scegliere

Molti integratori alimentari sono a base di piante ed erbe. Alcune piante ed alcune erbe posseggono determinati principi attivi; altre posseggono dei principi attivi aventi una differente efficacia: ma in modi differenti possono giovare in caso di vene varicose. Tra queste piante ed erbe evidenziamo come contenenti,

  • dei principi attivi in grado di ridurre l’infiammazione,  la curcuma, l’artiglio del diavolo, l’aloe vera, l’acerola, le bacche di goji, le bacche di acai;
  • dei principi attivi in grado di migliorare la circolazione sanguigna, il ginko biloba, la curcuma, il ganoderma, il biancospino;
  • dei principi attivi in grado di migliorare l’integrità l’elasticità e la resistenza della parete venosa, il ginko biloba, l’aglio, le castagne, le ciliegie, le more;
  • dei principi attivi in grado di prevenire il coagulo del sangue  (anche in grado essere essere utili, in maniera diversa, a prevenire e curare le vene varicose), l’aloe vera, il goji, l’acerola, l’aglio, l’ortica, il fieno greco, il ginseng, la rodiola, l’olio di oliva, l’olio di borragine, il lievito di birra, l’ashwagandha, la schinsandra, la rodiola, lagriffonia simplicifolia (3).

Quando far ricorso alla chirurgia in caso di vene varicose

Se i sintomi sono gravi o se uno trova inaccettabile l’aspetto estetico delle sue vene, la chirurgia varicosa può rappresentare un’opzione. La chirurgia utilizza una varietà di metodi.

A seguito di un trattamento chirurgico i problemi si risolvono e questi non compaiono più nelle vene trattate, ma potrebbero svilupparsi in altre vene.

Tutte le tecniche chirurgiche provocano alcuni lividi e scolorimenti della pelle che generalmente vanno via col tempo. Possono però rimanere anche delle cicatrici.

Come può avvenire in occasione di qualsiasi altro intervento chirurgico, possono verificarsi delle infezioni, delle emorragie, e delle reazioni ad una qualsiasi medicina del dolore impiegata.

Do solito, dopo l’intervento il soggetto ha bisogno di un bendaggio o una compressione, o di entrambi.

La vena che è stata trattata si cicatrizzata, non causa ulteriori problemi (ma come detto, successivamente, si possono avere delle vene varicose che necessitano di trattamento in altre parti delle gambe).

Fonti

(1) http://www.energytraining.it/vene-varicose/

(2) http://viverepiusani.it/maschera-di-aloe-vera-e-aceto-di-mele-per-le-vene-varicose/

(3)  http://mr-ginseng.com/