proteine in polvere

Proteine in polvere ed integratori proteici

Oggi sempre più persone non mangiano in maniera casuale, ma conoscono gli alimenti e le loro proprietà, per questo seguono una dieta per rimanere sani e in forma.

Numerose ricerche e studi hanno dimostrato quanto sia importante scegliere in maniera accurata i cibi da inserire nel menù quotidiano, e come essi debbano essere selezionati in base all’età, al sesso, ma anche in relazione ad un obiettivo. L’obiettivo può essere molto diverso e influenzare profondamente la dieta di una persona, alcuni regimi alimentari sono studiati per rimanere in salute, altri per perdere peso, altri per migliorare le proprie prestazioni fisiche.

La categoria di persone che maggiormente cura la propria alimentazione è quella degli sportivi, in particolare, negli ultimi anni, molti di loro fanno attenzione alla quantità di proteine negli alimenti. Le proteine sono considerate le molecole più importanti per lo sviluppo dei muscoli. Body builder e amanti del wellness hanno come principale obbiettivo quello di aumentare e definire la propria massa muscolare, e per fare questo hanno bisogno non solo di allenarsi, ma anche di ingerire una gran quantità di proteine. Spesso risulta complesso assumere proteine solo attraverso gli alimenti per questo sono stati creati gli integratori proteici, in particolare le tanto discusse proteine in polvere.

Quante proteine dovrebbe assumere un atleta al giorno?

Barbara Lewin, una nutrizionista che ha lavorato per atleti del NFL, del NBA e dell’NHL, ha fornito alcune indicazioni sulla quantità di proteine che diverse categorie di persone dovrebbero assumere giornalmente, soprattutto tramite il cibo, ma se necessario anche sotto forma di proteine in polvere o altri integratori.

  • Atleti: 0,5 – 0,75 g/kg
  • Atleti che devono affrontare una gara: 0,6 – 0,9 g/kg
  • Atleti adolescenti: 0,8 – 0,9 g/Kg
  • Atleti che devono aumentare la propria massa muscolare (es. body-builders prima di una competizione): 0,7 – 0,9 g/Kg

Proteine negli alimenti

Gli alimenti ricchi in proteine possono essere di origine animale o vegetale. Le proteine di origine animale sono considerate le migliori in quanto contengono tutti gli amminoacidi nelle giuste proporzioni. Le proteine di origine vegetali invece, sono considerate le più sane, in quanto provengono da alimenti privi di grassi. Per assumere le proteine attraverso il cibo è necessario inserire nel menù quotidiano: carne, bianca o rossa, pesce, uova, soia, legumi e latte.

Quando prendere proteine in polvere?

Nutrizionisti e specialisti del settore sportivo suggeriscono di utilizzare le proteine in polvere in determinate fasi della vita o della preparazione fisica, per migliorare il proprio aspetto, ma soprattutto la propria prestazione.

Gli integratori proteici possono essere un valido supplemento alla propria dieta nei seguenti casi:

  1. Durante la crescita. Il corpo di un adolescente ha bisogno di una maggiore quantità di proteine, perché la sua struttura ossea e muscolare si sta sviluppando.
  2. Quando si inizia per la prima volta a frequentare le palestre. In questa prima fase lo scopo primario è costruire il muscolo, che successivamente dovrà essere sviluppato. La costruzione del muscolo richiede una maggiore quantità di proteine.
  3. Quando si decide di intensificare gli allenamenti per raggiungere un nuovo traguardo. L’esempio può essere quello della persona che prima corre solo per divertimento e senza seguire un rigido programma di allenamento e poi decide invece di prepararsi per una mezza maratona. In questa fase dovrà intensificare e aumentare il numero settimanale dei suoi allenamenti.
  4. In caso di infortunio lo sportivo è spesso costretto a diminuire drasticamente le ore dedicate all’attività fisica e in alcuni casi a interrompere i suoi allenamenti per permettere al corpo di guarire. Durante la fase di recupero i muscoli non vengono più stimolati, le proteine possono essere un valido aiuto per guarire più velocemente.
  5. Gli integratori proteici diventano quasi una necessità per gli sportivi che seguono un regime dietetico di tipo vegano, in quanto non possono assumere carne, pesce, uova o latte, ossia gli alimenti più ricchi in proteine.

Le proteine in polvere sono tutte uguali?

Sul mercato è possibile trovare diversi tipi di pro, sotto forma di barrette ad alto contenuto di proteine oppure sotto forma di proteine in polvere. La seconda tipologia è quella più utilizzata dai frequentatori delle palestre, in quanto sono facili da assumere.

Esistono diverse tipologie di proteine in polvere, le tre forme più comuni sono il siero di latte, la soia e la caseina. È possibile sciogliere questa polvere in un liquido come acqua, latte, succo ecc. Solitamente viene mascherato il loro sapore aggiungendo un gusto come cioccolato, vaniglia, cappuccino ecc. Se vi recate in un negozio che vende questo tipo di prodotti vi accorgerete che non solo esistono diversi gusti, ma anche diversi prezzi. Il costo di un integratore proteico dipende non solo dalla marca, ma anche dalla sua composizione, solitamente quelli più costosi sono quelli con maggiore contenuto proteico e sono studiati per gli atleti professionisti. Un integratore ad alto contenuto di proteine nonché naturali è Proteina Isolate 1.5 Kg. Altissima concentrazione di proteine del siero del latte naturali. Ottimo prodotto sviluppato da un team di nutrizionisti e atleti. In alternativa, uno degli integratori più diffusi, con oltre l’80% di proteine per dose, un eccellente profilo aminoacido e un valore biologico elevato è Impact Whey Protein.

Quando assumere le proteine in polvere?

Una delle credenze popolari tra atleti non professionisti e frequentatori di palestre è che bisogna assumere questi integratori al termine di un allenamento. In realtà questa idea è sbagliata, prima, dopo e durante l’allenamento il corpo ha bisogno di energia, per questo è opportuno assumere carboidrati, che sono il carburante perfetto per il corpo. Dopo un allenamento è meglio bere un frullato di frutta, mangiare yogurt o latte. Le proteine in polvere invece, dovrebbero essere assunte nel corso della giornata, magari come spuntino di metà mattina o di metà pomeriggio.

Le proteine possono far male?

Si, non bisogna esagerare. Una dieta troppo ricca di proteine e povera di carboidrati può apportare problemi ai reni e al fegato. Un consiglio per chi segue una dieta ricca di proteine è quello di bere molta acqua, per favorire la diuresi e far lavorare i reni. In conclusione possiamo dire che le proteine in polvere possono essere un ottimo alleato in alcune fasi della vita, tuttavia non bisogna dimenticare che la migliore e più sana fonte di proteine è quella presente negli alimenti. Prima di assumere gli integratori (tavolette, frullati proteici, ecc) e affinché questi possano realmente avere effetti benefici è opportuno discuterne con un professionista del settore, come un medico, un nutrizionista o un personal trainer qualificato e con esperienza.